Nasce l'Associazione per il Commercio Italo-Georgiano. Il lancio con due eventi di presentazione delle opportunità imprenditoriali tra i due paesi.

Nasce l'Associazione per il Commercio Italo-Georgiano - ACIG - con la prospettiva di diventare Camera del Commercio Italo-Georgiana una volta ottenuto il riconoscimento dalle autorità competenti.

La missione dell'associazione è la promozione dei rapporti commerciali tra Italia e Georgia attraverso una serie di attività di facilitazione dei contatti e del flusso di informazioni tra le realtà imprenditoriali dei due paesi che vanno dall'organizzazione di seminari ad ampio spettro con relatori e pubblico, di incontri ristretti per selezionate realtà specifiche di ogni singolo settore d'interesse, alla raccolta di informazioni specifiche di approfondimento di eventuali interessi, fino all'organizzazione di missioni di singoli o più imprenditori italiani in Georgia e di imprenditori georgiani in Italia, per far loro incontrare i vertici istituzionali e imprenditoriali dei rispettivi paesi, alla cura delle relazioni formali di start-up, alla cura degli aspetti legali, al reperimento di strumenti finanziari adeguati, alla cura legale dei contratti tra le parti. 

Il lancio dell'associazione si terrà con l'organizzazione di due eventi, uno a Vicenza e uno a Roma, di presentazione della Georgia e delle opportunità che il paese offre a chi ha interesse e desiderio di avviare attività imprenditoriali e commerciali nell'area transcaucasica.

I due eventi sono stati organizzati coinvolgendo tutti gli attori della nuova "cabina di regia per l'internazionalizzazione" che i due ministeri italiani competenti stanno strutturando, con il sostegno dell'Ambasciata della Georgia in Italia e di concerto con l'Ambasciata d'Italia in Georgia.

Il pubblico a cui sono rivolti gli eventi è quello degli imprenditori e le realtà associative di Unindustria Lazio e di Confindustria di Vicenza sono state le prime ad aver risposto positivamente alla proposta di inserire all'interno delle proprie attività dedicate all'internazionalizzazione la presentazione di un paese che, pur piccolo, per posizione geopolitica strategica, per tradizionale ruolo commerciale e per attuale ristrutturazione del sistema paese, risulta molto attrattivo per la piccola e media industria e imprenditoria italiana.


Gli eventi.


Workshop: Georgia, terra di opportunità per le imprese italiane

 Unindustria - Sala Abete

 via A. Noale 206 - Roma

 Venerdì 13 aprile 2012, ore 10-13


La Georgia è una repubblica della regione caucasica - posizionata tra l’Armenia ed l’Azerbaijan - sempre più strategica per gli scambi commerciali tra l’oriente e l’occidente, come dimostra la sua poderosa crescita economica degli ultimi anni (PIL a +6,4% nel 2010).

A guidare questo processo di crescita sono soprattutto i settori del terziario, dell'edilizia, delle infrastrutture e del turismo; in quest'ultimo settore esistono tra l'altro opportunità interessanti anche per i beni di consumo che caratterizzano il Made in Italy. L'export italiano in Georgia è in costante aumento. Oltre alle macchine e prodotti industriali, le statistiche segnalano un buon grado di penetrazione anche del sistema tessile-abbigliamento-moda. All'appeal commerciale del paese si aggiunge un clima economico caratterizzato da politiche di impronta liberale, sia in materia di dogane che di investimenti; la Georgia occupa infatti la 16ma posizione del ranking mondiale di Doing Business, ricerca sui paesi dove è più facile investire e fare business (l'Italia è soltanto 87ma). A ulteriore testimonianza della vitalità del paese, a breve Alitalia inaugurerà il collegamento diretto Roma-Tbilisi. Per questi motivi, Unindustria, dopo il successo dell’incontro con il primo ministro georgiano Niki Gilauri dell’ottobre scorso, ha deciso di dedicare il seguente nuovo appuntamento per presentare il paese agli investitori italiani ed individuare le opportunità di export per le aziende laziali.

 Programma

Ore 10,00 - Registrazione partecipanti


Ore 10,15 - Saluti 

  • Presidente di Unindustria, Aurelio Regina
  • Ambasciatore della Georgia in Italia, Konstantin Gabashvili
  • Sindaco di Tbilisi, Giorgi Ugulava


Ore  11,00 - Tavola rotonda

  • Alessandro Comini, Presidente Associazione per il Commercio Italo Georgiano;
  • Kakha Baindurashvili, Presidente della Georgian Chamber of Commerce;
  • Keti Bochorishvili, Direttrice Agenzia Investimenti della Georgia;
  • Claudio Cornini, Director Cornhill & Harvest Ltd (Londra);
  • Tamar Kakulia, Deputy CFO della TBC Bank;
  • Francesco Tilli, Responsabile Dipartimento Sviluppo e Advisory di SIMEST


Ore 13,00 - Conclusioni    

  • Riccardo Monti, ICE-Agenzia


Le Aziende e i soggetti interessati possono registrarsi inviando una email a questo Ufficio Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. , tel.06 84499.285/337/327/453, specificando nome, cognome, azienda/organismo, posizione del partecipante all’incontro.


********************************************************************************


Georgia: un mercato con interessanti opportunità per le PMI italiane

Giovedì 12 aprile 2012, ore 9.30

Palazzo Bonin-Longare - Corso Palladio 13 - Vicenza


Dopo il conflitto russo-georgiano dell'estate 2008, la Conferenza dei Donatori annunziò un pacchetto di aiuti alla Georgia per circa 4,5 miliardi di dollari.
Questo è il punto di partenza del nuovo corso dell'economia georgiana, capace di mettere a segno una crescita del PIL del 6,4%, nel 2010.
A guidare questo processo di crescita soprattutto i settori del terziario, dell'edilizia, delle infrastrutture e del turismo; in quest'ultimo settore esistono tra l'altro opportunità interessanti anche per i beni di consumo “Made in Italy”.
L'export italiano in Georgia è in costante crescita e non è fatto soltanto di macchine e prodotti industriali. Le statistiche segnalano un buon grado di penetrazione anche del sistema moda.
All'appeal commerciale del paese si aggiunge un clima economico caratterizzato da politiche di impronta liberale, sia in materia di dogane che di investimenti, dove la Georgia occupa tra l'altro la 16a posizione del ranking mondiale dei paesi dove è più facile investire e fare business (l'Italia è soltanto 87a).
Tra l'altro, nel contesto politico attuale, la Georgia offre il vantaggio di essere il meglio posizionato tra i paesi dell'area sud caucasica, dove la Georgia intrattiene ottime relazioni con Armenia ed il ricco Azerbaijan, paesi tra loro invece divisi dallo storico conflitto per il Nagorno Karabakh.
Potenzialmente dunque un hub commerciale interessante, anche in direzione medio orientale, Iran, Iraq e Turchia, in primis.

Programma

ore 9.30 - Indirizzi di saluto

Presidenza Confindustria Vicenza
Ambasciata della Georgia in Italia
Presidenza Banca Popolare di Vicenza


ore 10.00 - L’economia georgiana e le opportunità per le PMI italiane

Kakha Baindurashvili
Presidente della Camera del Commercio e dell'Industria della Georgia

ore 10.30 - Investire in Georgia: strumenti ed Incentivazioni

Tamara Kirvalidze
Public Affair e Media Director - TBC Bank

ore 11.00 - Credito e finanza al servizio delle imprese

Tamara Kikulia
Deputy CFO of TBC - Tbilisi Business Centre - Bank

Marina Orel
Area Internazionale del Gruppo Banca Popolare di Vicenza

ore 11.30 - Attività e servizi dell'Associazione per il Commercio Italo-Georgiano

Alessandro Comini
Presidente Associazione per il Commercio Italo-Georgiano



*********************************************************


Per informazioni sull'Associazione per il Commercio Italo-Georgiano e per richieste di adesione agli eventi sopra descritti si prega di rivolgersi a Costantino Meskhi +393292634618 e Alessandro Comini +3906440631



 

Sunday the 17th. Camera di Commercio Italo-Georgiana